Biodiversità e reticolo ecologico

Biodiversità è il termine scientifico per designare la diversità biologica. Si può anche tradurre come “diversità della natura”. La biodiversità rappresenta la vita che ci circonda in tutte le sue forme: gli ecosistemi (i giardini, le foreste, le paludi, i prati secchi ecc.), le specie (la volpe, il pettirosso, la salamandra, i batteri, i boleti ecc) e la diversità genetica (le capre di un gregge non sono tutte uguali, ma ogni individuo ha una propria identità genetica, proprio come noi).

L’utilizzo e gestione del territorio da parte dell’uomo ha influenzato, ed influenza tuttora, la presenza di determinate specie animali e vegetali che dipendono dagli ambienti antropici. Il passato rurale della regione ha contribuito alla presenza di ambienti e specie che, ad oggi, sono considerate rare o protette, per la rarità di questi ambienti un po’ in tutta la Svizzera. La val Mara conserva ancora molte di queste specie, tipiche del paesaggio rurale in parte ancora intatto. 

In questo giardino incontrerai diversi elementi e strutture che testimoniamo il passato rurale della regione e che, allo stesso tempo, fungono da habitat per diverse specie di piante e animali. Maggiore è la diversità in strutture e elementi, meglio saranno soddisfatti i bisogni di un maggior numero di specie e maggiore sarà quindi la biodiversità!

Il giardino della biodiversità è un bell’esempio di reticolo ecologico, ovvero un mosaico di ambienti che soddisfa i bisogni di svariate specie animali e vegetali, tra i quali muri a secco, scarpate secche, siepi naturali, alberi da frutto e alberi indigeni con cavità ed infine dal bosco.