lavoro del suolo 2015

La fermentazioni alcolica é terminata e la fermentazione malolattica si sta svolgendo senza problemi. Le foglie stanno cadendo e i colori dell’autunno si stanno mostrando nel loro splendore.

Quest’anno abbiamo deciso di fare un lavoro particolare, lavorare il suolo tra una vite e l’altra curando ogni dettaglio. Un macchinario lavora il terreno  ad una profondità di 10 centimetri. Tutte le erbacce restanti sono state eliminate alla zappa. Un lavoro che sta durante già da 2 settimane e che speriamo si concluda la prossima. Questo lavoro dovrebbe limitare la concorrenza delle erbe e di alimentare meglio la pianta.

Ecco alcune foto del lavoro di queste settimana:

20151026_155747

20151026_155755

20151023_144342

20151026_155704

20151023_112458

Idee regalo per il natale

Le festività stanno per iniziare e con queste anche i primi regalo. La nostra offerta quest’anno voleva proporvi delle idee regalo, che potete personalizzare a vostro piacemento: vino, candele di cera d’api, miele, grappe, olive, aceto.

Qui sotto alcune proposte:

20141014_183200

20141014_183503

Fine fermentazione alcoolica e svinatura

20150921_102046

Dopo 20-25 giorni di macerazione, tutti gli zuccheri si sono trasformati in alcool, grazie ai lieviti. Una volta terminata questa tappa inizia la svinatura (separazione tra vino e bucce). Le immagini che vi mostro sono di un piccolo lotto di Merlot vinificato a parte e torchiato come si faceva una volta.

20150921_102053

In quest’immagine possiamo vedere come ha lavorato il torchio. Le bucce sono secche e compresse, ricordando l’aspetto di una torta. L’intensità della torchiatura é fondamentale al fine di estrarre solo la parte più qualitativa delle bucce.

20150921_104755

Una volta eseguita questa tappa il vino inizierà ad effettuare la seconda ed ultima fermentazione, che trasforma, l’acido malico in acido lattico, il quale risulta meno aggressivo e più delicato al palato.